fbpx

La birra che unisce: il Terzo Tempo

C’è sempre tempo per un bel Terzo Tempo. Ma come nasce questo intimo rapporto che lega storicamente birra e rugby? Scoprilo sul blog di Intro Beer Club!
beer-terzo-tempo

Gli appassionati di birra di tutto il mondo non potranno che essere d’accordo.

C’è sempre tempo per un bel Terzo Tempo.

Sì perché questo rituale, nato praticamente insieme al gioco del Rugby, è l’espressione più bella e più sincera di quell’idea di festa e di condivisione che rende nobile questo sport, e un modello da portare ad esempio anche in tutte quelle circostanze della vita in cui si sviluppa una competizione.

 

Ok, non più tardi di un’ora fa mi hai camminato sulla faccia per andare a meta?

Ora, vinta o persa che sia la partita, ci ritroviamo tutti qui per bere una pinta di birra e per gioire insieme della giornata di divertimento e di passione che abbiamo condiviso.

 

La Club House è solitamente il luogo in cui accade tutto questo.

Una tradizione britannica che ha ormai contagiato tutto il mondo, e che è un po’ anche dentro alla nostra idea di INTRO, alla voglia di trasformare l’appuntamento con la Intro Beer Box in un coinvolgente Terzo Tempo da condividere con gli amici e i “rivali” di sempre.

Quindi basta una birra (anche otto!) per risolvere ogni tipo di conflitto?

Nel rugby pare di sì, tanto che il Terzo Tempo è allargato non solo ai giocatori, ma anche all’arbitro e ai tifosi, cosa a dir poco impensabile se proiettata su altre culture sportive come il calcio nostrano.

Forse i colpi pesanti scambiati sul campo rendono il terreno sufficientemente fertile per l’inevitabile e bellissima pace che il Terzo Tempo sancisce a partita finita?

Che sia o meno così, questo è un messaggio universale che a noi piace parecchio, e non solo in quanto appassionati di birre.

Come nasce questo intimo rapporto che lega storicamente birra e rugby?

Non esistono riferimenti certi sulla sua origine. Quel che è certo è il legame di questo sport con i paesi anglosassoni, dove il rugby è nato e dove ha raggiunto la sua massima popolarità.

Se a questo aggiungiamo l’inclinazione sempre anglosassone per la condivisione del tempo libero all’interno dei pub, ecco che per sillogismo è facile immaginare una prima partita di rugby conclusasi al pub, e una consuetudine presto diventata tradizione.

Oggi il Terzo Tempo è una naturale prosecuzione di ciò che accade nel Primo e Secondo. Un’istituzione senza la quale il rugby non sarebbe più lo stesso.

In questo momento di condivisione post-gara si celebra idealmente il rispetto dell’avversario, e l’usanza è quella di offrire alla squadra ospite i piatti tipici del luogo, una variabile che ad ogni latitudine va comunque sempre annaffiata da abbondanti quantità di birra.

Il tutto senza contare i fiumi di birra che ad ogni match i tifosi consumano dentro e fuori lo stadio, al bancone del pub o sulle gradinate dei templi del rugby come il mitico Twickenham Stadium, capace di accogliere fino a 82.000 persone!

Se anche tu non vedi l’ora di unirti alla schiera di tifosi e appassionati di birra&rugby, inizia a prepararti per il 2019 Ragubī Wārudo Kappu!

Cos’è? Il Mondiale di Rugby che a settembre si svolgerà in Giappone, e che vedrà l’Italia affrontare nel suo primo impegno la Namibia il 22 settembre a Higashiōsaka.

Non farti trovare impreparato davanti alla TV.

Fatti trovare abbonato a Intro Beer Club per coinvolgere tutti i tuoi amici in un indimenticabile Terzo Tempo!