fbpx

Ottobre di festa

Sabato 21 settembre inizia l'edizione 2019 dell'Oktoberfest. Scopri dove andare e come muoverti per partecipare all'evento più atteso dell'anno.
oktoberfest-intro-beer-club

Si scrive Oktoberfest, ed è la festa della birra più famosa di tutto il mondo, ma si legge Fine Settembre, perché altrimenti per chi volesse andarci c’è il serissimo rischio di perdersela.

Per chi ha già programmato di raggiungere Monaco di Baviera per confondersi con gli oltre 6 milioni di visitatori e bevitori che ogni anno frequentano la festa (6,3 milioni nel 2018) e per farsi travolgere dal fiume di birra spillato ogni giorno il conto alla rovescia è già cominciato.

L’edizione 2019 dell’Oktoberfest inizia sabato 21 settembre, con il tradizionale rituale d’apertura per mano del Sindaco di Monaco. A lui spetta il compito di inserire il rubinetto nel primo barile a colpi di martello e di spillare e servire la prima birra, non prima di aver pronunciato la fatidica formula O’Zapft is!, che annuncia l’inizio delle danze.

Significa (letteralmente) che la birra è spillata e che si può cominciare a servirla!

Ma quando inizia la storia epica di questo incredibile Luna Park per amanti della birra?

Iniziamo con il precisare che l’accostamento con un parco dei divertimenti è tutt’altro che casuale, perché l’area della Theresenwiese, il prato dedicato alla principessa Teresa in cui si svolge la festa, ospita anche un gigantesco Luna Park, una vera e propria istituzione cresciuta negli anni di cui si ha memoria già a partire dalla fine dell’ottocento.

Sì perché la storia della Festa d’Ottobre bavarese inizia ufficialmente proprio su questo prato, il 12 ottobre 1810, con la festa per le nozze del futuro Re Luigi I con la Principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen.

Niente birra, allora, solo una corsa di cavalli che conclude i festeggiamenti a cui erano stati invitati tutti i cittadini di Monaco, e che anche per questo viene vissuta come una vera festa per tutta la Baviera.

La scelta di ripetere la corsa l’anno dopo, trasformando l’appuntamento in una grande festa agricola, dà inizio a quella tradizione che solo gradatamente prende le sembianze di quello che è oggi l’Oktoberfest, con la birra protagonista assoluta della scena.

Nel 1892 fa la sua prima comparsa il celebre Maß, il boccale da litro che oggi fa gonfiare muscoli e pance di milioni di visitatori. Nel 1896, invece, compaiono i primi grandi tendoni per ospitarli. Grandi, ma certamente non quanto quelli attuali, se pensiamo che quello più capiente dell’ultima edizione arrivava a far sedere fino a 11mila persone!

Sì, ma quanto si beve in un posto del genere?

 

Il 2018 si è rivelato un anno record, con circa 7,5 milioni di litri di birra bevuti in 16 giorni.

 

Numeri destinati a ripetersi anche nell’edizione 2019, pronta a ospitare gli appassionati di birra nei 14 grandi stand che garantiscono 98.022 posti a sedere e a cui si aggiungono altri 21 stand più piccoli, per una disponbilità totale che supera le 100.000 unità.

Perché sottolineare questo dato?

Semplice. Perché nonostante i numeri da capogiro, i tavoli nei tendoni si esauriscono molto facilmente, specie nel weekend e dopo le 17, e senza un tavolo dove sedersi bere all’Oktoberfest può risultare molto complicato.

Ma un vero amante della birra non si ferma davanti a una coda.

E allora c’è chi prenota il suo posto con largo anticipo, perché l’importante, all’Oktoberfest, non è partecipare, ma bere, imbracciando il proprio gigantesco boccale e abbracciando idealmente (ma anche più prosaicamente, già verso fine litro) i compagni di tavolo della festa della birra più popolare e frequentata che ci sia al mondo.

Tutte le info e i link all’app dell’Oktoberfest li trovi qui:

https://www.oktoberfest.de/en