La venticinquesima Intro Beer Box: Unser Burgerbrau vs La Superba vs Bosteels

slide-box-25-def

Ed eccoci arrivati alla Intro Beer Box 25. E siamo solo all’inizio di un’esplorazione che si rivela ogni mese più stimolante e sorprendente.

Il viaggio anche questa volta è ispirato dai riconoscimenti che in ogni angolo del mondo vanno ad accreditare le migliori e più interessanti proposte brassicole di qualità.

Siamo a pochi chilometri da Genova, a Busalla, dove ha sede il Birrificio La Superba, avviato nel 2010 dalla fervida mente e dalla solida formazione birraria di Andrea Mura. L’ambizione dichiarata nel nome non è altro che l’appellativo attribuito alla città di Genova dal Petrarca, che la visitò nel 1358 rimanendone particolarmente colpito. E si rimane altrettanto colpiti nell’assaggiare le proposte a catalogo, che abbracciano riferimenti a repertori classici e valorizzazione del territorio e degli ingredienti tipici, come il basilico di Prà che impreziosisce la Birra Genova e che l’ha portata a conquistare addirittura il Giappone!

Con la Brouwereij Bosteels ci prepariamo ad affrontare un vero e proprio viaggio nel tempo, riportando le lancette al 1791, anno di fondazione del birrificio, che da allora è rimasto sempre sotto il controllo della famiglia Bosteels. Una dinastia di birrai che ha portato avanti con orgoglio le tradizioni locali, recuperando piccoli gioielli della storia belga come la celebre Kwak, una ricetta e un rito di degustazione accompagnato dal tradizionale calice che ci proiettano ai tempi dei cocchieri, delle carrozze e dei bicchieri della staffa.

Anche la tappa bavarese del nostro viaggio affonda le radici e le tradizioni birrarie nella storia più antica. Siamo nella città termale di Bad Reichenhall, in un angolo di Baviera che lambisce l’Austria, per assaggiare le straordinarie proposte del birrificio Unser Bürgerbräu, una piccola realtà locale attiva già dal 1494 e caratterizzata dalla particolare qualità e attenzione alle materie prime, come l’acqua che arriva direttamente dal ghiacciaio della Riserva della Biosfera di Berchtesgaden, uno dei territori protetti più antichi delle Alpi.

Con quale dei tre birrifici ti vuoi schierare?

UNSER BURGERBRAU

HEFE WEIZEN

Siamo di fronte alla versione più pura delle birre di frumento di matrice tedesca, quella dove gli hefe, ovvero i lieviti, non vengono assolutamente filtrati e rimangono quindi in sospensione rendendo questa variante più torbida di qualunque altra birra in stile weizen. Indagando nel torbido si scopre una proposta dagli intensi e invitanti profumi fruttati, che al palato rivela una leggera e piacevolissima asprezza, sovrastata da un’avvolgente dolcezza fruttata che accompagna la bevuta fino alla coda.

DAS PILS

Dal 1494, anno di nascita del birrificio, è sempre l’acqua purissima del ghiacciaio alpino di Berchtesgaden a contribuire in modo decisivo alla qualità delle realizzazioni, tra cui spicca questa Pils dal bel colore giallo paglierino e dal perlage finissimo, che si fa subito apprezzare per i delicati profumi floreali e luppolati. Una nobile interpretazione di una classica Pils bavarese, fresca e rotonda, con una leggera piacevole amarezza e non particolarmente secca. Praticamente un piccolo tesoro tutto da degustare!

ALPENSTOFF

Una birra speciale, a cui è davvero difficile trovare un difetto. Una chiara fresca e corposa, con gradevoli note di luppolo, secca e delicata, esaltata da uno degli ingredienti più preziosi necessari per ottenere la birra perfetta: il tempo. Ed è la pazienza, la cura nella realizzazione e il riposo che le viene concesso a determinare il perfetto grado di maturazione di questa Alpenstoff.

LA SUPERBA

CAEA

Il sapore dolce e il corpo delicato e fruttato si combinano perfettamente con una forte nota di amaro data dall’utilizzo in ricetta di luppoli di alta qualità. Il risultato è un eccellente bilanciamento che dona a questa pils un profilo decisamente superiore agli standard dello stile. Una birra da compagnia, che può essere degustata in qualsiasi momento della giornata.

PURO SANGUE

Dal colore ambrato scuro e dalla schiuma abbondante e pannosa, la Puro Sangue si fa apprezzare per la selezione di malti pregiati utilizzata, che conferisce a questa Bock in salsa genovese una pienezza di gusto attraversata da un’intrigante sfumatura torbata.

BIRRA ALLA CASTAGNA

Una delle tipicità del microbirrificio ligure è l’utilizzo in ricetta di ingredienti del territorio. Tra questi spicca in particolare la farina di castagne. Un piccolo e profumatissimo segreto che rende unica questa lager dal colore velato castano scuro, che sostiene e dà carattere a tutta la bevuta e che ritorna sul finale regalando una piacevole nota di castagna nel retrogusto.

BOSTEELS

KWAK

Siamo di fronte alla celebre birra dei cocchieri! Un’idea di Pauwel Kwak, proprietario della taverna De Hoorn, nel villaggio di Buggenhout, in Belgio, che nel 1791, per andare incontro alle esigenze dei conduttori di diligenze che non potevano scendere dalle carrozze mentre i loro clienti bevevano e riposavano nelle taverne, si inventò uno speciale bicchiere con il collo strozzato da agganciare al sostegno situato sul sedile anteriore e afferrare anche con le mani guantate. Questa Belgian Ale si fa decisamente apprezzare per gli invitanti profumi maltati e speziati e all’assaggio rivela un perfetto equilibrio tra il dolce del malto caramellato e l’amaro finale.

TRIPEL KARMELIET

Tripel che giunge fino a noi direttamente dal 1679, rispettando con rigore monastico l’antica ricetta con cui la Karmeliet veniva prodotta all’interno dell’abbazia carmelitana di Dendermonde. Un grande classico che si porta benissimo i suoi oltre 300 anni di età, e che continua a esibire con orgoglio le sue peculiarità, date dall’utilizzo di una miscela di tre diversi malti.

Speriamo di avervi sorpreso con queste incredibili proposte!

Se non sei ancora abbonato, cosa aspetti? Ogni mese ti aspetta una box diversa con tante incredibili novità!

Post Correlati