La ventesima Intro Beer Box: O’Fallon vs DesLegendes

slide-box-20-def

I protagonisti della Intro Beer Box numero venti sono due birrifici geograficamente agli antipodi ma accomunati da una coincidenza temporale che non poteva passare inosservata. Dopo gestazioni più o meno lunghe e articolate la loro prima uscita pubblica risale infatti per entrambi all’alba del nuovo millennio. Una data di nascita, il 2000, che certamente non dimostrano, almeno a giudicare dalla maturità e dalla posizione di prestigio raggiunta in pochissimo tempo nel panorama del movimento birrario internazionale.

La storia di O’Fallon ha inizio nel gennaio del 2000 nell’omonima area della città di Saint Louis, Missouri, grazie alla passione e all’intuizione di Fran e Tony Caradonna. Siamo nel ventre dell’America, nella patria del Blues, ed è qui che la coppia, il 6 maggio 2000, battezza il primo fusto di birra, producendo inizialmente un solo stile, la O’ Fallon Gold, destinata a una vendita solo locale.

Non passa molto prima che il destino di questa piccola birreria regionale conosca una crescita esponenziale, con un continuo incremento di etichette che ha trasformato i Caradonna in pionieri della Craft Revolution di Saint Louis. Dopo un passaggio societario e il trasferimento in un’area di oltre 12mila mq, oggi la O’ Fallon, per la sua attenzione maniacale alla qualità e per la continua ricerca e innovazione di prodotto, è considerata una delle più autorevoli piccole grandi realtà d’America.

La seconda destinazione di questa nuova avventura i degustazione ci porta ad Ath, in piena Vallonia. È qui che si concretizza il sogno d’amore di Pierre e Vinciane Delcoigne. Ancora una coppia, dunque, che trasforma la complicità personale e il comune amore per la birra in un’entusiasmante avventura imprenditoriale, inaugurata con l’acquisto e il restauro di un sito storico del XIII secolo, il Castel d’Irchonvelz, trasformato nel birrificio che realizzerà nel 2000 la loro prima proposta, la Gouyasse, una bionda ispirata al personaggio più in vista (il gigante Golia) della celebre Ducasse d’Ath, la festa popolare più famosa di tutto il Belgio.

La storia di questo leggendario birrificio è tutta nel segno del più profondo rispetto per le antiche tradizioni belghe, oltre che nel recupero di etichette che rischiavano di andare perdute.

Con quale dei due birrifici ti vuoi schierare?

O’FALLON

ST. LOUIS RED

Una birra dal carattere docile ma deciso, che si fa particolarmente apprezzare per il perfetto bilanciamento tra i sapori dolci delle noci tostate e del malto d’orzo e le morbide note speziate e floreali del luppolo. Il colore rosso ambrato con riflessi dorati e l’importante cappello di schiuma sono il preludio a una bevuta decisamente appagante, in cui spiccano piacevoli sentori caramellati.

5 DAY IPA

Con questa Session IPA made in Lousiana la Cosa sono cinque giorni nella vita di una birra? Esattamente il tempo che differenzia questa proposta O’ Fallon da tutte le altre APA in circolazione, rendendola meravigliosamente equilibrata. Il processo di produzione della 5 Day culmina infatti con cinque giorni in piЭ a contatto con il luppolo in dry hopping alla temperatura di 20°C.

 

SMOKE PORTER

Una perfetta birra per il dopo cena dall’intenso colore marrone scuro, che integra il ruolo da protagonista del Bamberg Smoked Malt con l’utilizzo in ricetta dei malti Pale, Caramel 90L, Chocolate e Black-White wheat, realizzando il perfetto bilanciamento con i due luppoli Chinook e Hallertau Mittelfruh.

SHOW ME IPA

Le note fruttate di melone e agrumi che si sviluppano dall’incontro dei due luppoli si bilanciano perfettamente con la base maltata, che ne esalta le caratteristiche rendendo questa proposta davvero fresca ed esuberante. Ne esce una IPA di grande carattere, che rivendica orgogliosamente anche in etichetta la scelta dei luppoli, tra cui spicca il profilo pungente e inebriante del Citra, che con la sua importante componente di alfa-acidi П stato senz’altro uno dei grandi protagonisti della Craft Beer Revolution americana.

DES LEGENDES

GOLIATH BLONDE

Un gigante della produzione belga che fa il paio con la gemella Gouyasse (traduzione di Golia in patois locale) ispirandosi al protagonista della Ducasse di Ath, uno degli eventi folcloristici piЭ famosi di tutto il Belgio, riconosciuto come Patrimonio Unesco. Una bionda dolce e invitante dai riflessi dorati e dall’abbondante schiuma bianca e cremosa che interpreta in modo eccellente lo stile di riferimento con il suo aroma ricco e complesso, rivelandosi piacevolmente fresca e delicatamente amara.

GOLIATH TRIPLE

Una delizia per il palato degli intenditori, che esalta le qualità dei migliori malti e luppoli utilizzati in ricetta sprigionando sentori di lievito, spezie e malto, sovrastati da un eccezionale profumo fruttato. L’assaggio ripropone le stesse sensazioni olfattive, con note dolci e fruttate che emergono da uno sfondo luppolato, regalando una bevuta che si fa decisamente apprezzare per la sua delicata amarezza, persistente a fondo bocca.

SAISON VOISIN

Saison ambrata dai riflessi aranciati che fa onore alla tradizione dello stile rivelandosi particolarmente rinfrescante e beverina anche grazie alle note agrumate e ai piacevoli sentori erbacei che tradiscono il sapiente uso del luppolo. Una birra stagionale dal bell’amaro che ritorna persistente e lungo anche nel finale, caratteristiche che hanno contribuito a farle guadagnare nel 2012 il titolo di miglior birra ambrata di Vallonia.

GOUYASSE

Per celebrare la famosissima Ducasse di Ath nel 2000 è nato questo piccolo gioiello della Brasserie des Légendes, che porta in etichetta proprio il nome del capo dei giganti in lingua patois. Una bionda fresca e dissetante, dai sapori maltati e luppolati, che si fa particolarmente apprezzare per la delicata amarezza e per il leggero e gradevole gusto fruttato.

Speriamo di avervi sorpreso con queste incredibili proposte!

Se non sei ancora abbonato, cosa aspetti? Ogni mese ti aspetta una box diversa con tante incredibili novità!

Post Correlati