fbpx

Punk vs Rogue: la prima incredibile Intro Beer Box

Una sfida all’ultimo sorso tra due birrifici che hanno dato un impulso determinante alla storia passata e recente della birra artigianale e di qualità.
prima-intro-beer-box

I primi fortunatissimi abbonati a Intro Beer Club non solo hanno già capito di cosa e di chi stiamo parlando, ma la selezione di proposte dei due birrifici contenuta nella nostra box  d’esordio sicuramente sarà finita e avrebbe già bisogno di un “rinforzino”.

Che cosa ti sei perso (se te lo sei perso) di così incredibile?

Una sfida all’ultimo sorso tra due dei birrifici che più di ogni altro, con le loro proposte e con il loro approccio, hanno dato un impulso determinante alla storia passata e recente della birra artigianale e di alta qualità.

Stiamo parlando di Rogue Ales e Brewdog, due nomi che non hanno bisogno di presentazioni, e quindi non le facciamo.

Esiste al mondo un appassionato di birre e di IPA che non abbia mai assaggiato la Punk IPA?

E c’è qualcuno tra gli amanti delle birre artigianali che non abbia mai sentito nominare quel fiume impetuoso di creatività e innovazione che dal 1988 scorre sulle rive del Rogue e che dall’Oregon traccia una strada maestra nel panorama brassicolo internazionale con il suo stile unico e le sue birre multipremiate?

E se le premesse di questa sfida erano interessanti, le birre selezionate dal nostro Beer Master lo sono state ancora di più.

Perché oltre ad alcuni cavalli di battaglia come la Punk IPA e a birre che puoi anche riuscire a trovare nel pub di fiducia, nella box sono finite delle vere e proprie chicche di difficile reperibilità, che hanno richiesto un estenuante lavoro diplomatico da parte del nostro mitico Paolo.

E poi vuoi mettere la comodità (ma anche il risparmio!) di riceverle direttamente a casa tua pronte per essere proposte agli amici alla prima occasione?

Otto birre, quindi, per otto esperienze sensoriali tutte da assaporare e da condividere.

La prima è quasi un doveroso omaggio alla bandiera della rivoluzione artigianale d’Oltremanica: la PUNK IPA.

Un piccolo test d’ingresso per iniziati, visto che stiamo parlando di una delle birre alternative più diffuse e più richieste in Italia da sempre.

Rimanendo sotto l’ala protettrice dei due ragazzacci scozzesi che, nel giro di pochi anni, hanno trasformato con la loro capacità visionaria un birrificio di provincia in una vera e propria icona a livello mondiale, dalla scatola ecco spuntare la DEAD PONY CLUB, una Session IPA dedicata alla West Coast, profumatissima, dal corpo leggero e amatissima dagli appassionati come versione più luppolata, più beverina e soprattutto meno modaiola della Punk Ipa.

E visto che in fatto di IPA la Brewdog continua a fare scuola, eccoci a lezione di Citrus IPA con la ELVIS JUICE, una birra dal corpo deciso e dal sapore indimenticabile che incarna perfettamente il concetto di innovazione che caratterizza il birrificio, realizzata con luppoli americani e scorza di pompelmo in infusione.

La quarta Brewdog inserita nella BOX potrebbe essere la versione definitiva di una delle magnifiche ossessioni del Mastro Birraio Jason Pond. Parliamo della LOST LAGER, l’ultima produzione alla ricerca della Lager perfetta.

Ultima in ordine di tempo (fino alla prossima) di un percorso fatto di sperimentazioni continue e di risultati eccellenti, volti a restituire dignità e onore all’artigianalità di questo storico stile birrario.

Per contrastare la notorietà e l’appeal di Brewdog e rendere la sfida più avvincente abbiamo messo in campo (e nella scatola) quattro tra le più interessanti proposte Rogue Ales.

La prima è l’irresistibile DEAD GUY ALE, una proposta nata come one shot dal look originale e provocatorio, ma baciata da un successo così strepitoso e inaspettato da costringere il birrificio a cambiare i propri piani e ad “arrendersi” all’evidenza di questa German Maibock dal colore miele intenso e dall’aroma ricco e corposo che è oggi la birra più venduta e più famosa dell’intera produzione Rogue Ales.

Direttamente dalle Rogue Farms, le aziende agricole di proprietà Rogue in cui si produce la maggior parte degli ingredienti utilizzati, ecco arrivare l’elemento chiave della seconda proposta a stelle e strisce, la MARIONBERRY SOUR, una speciale Sour Ale di difficile reperibilità, per una proposta di degustazione un po’ fuori di classici schemi, perfetta come aperitivo. è realizzata con l’aggiunta di marionberry, una varietà di more tipica dell’Oregon che ne caratterizza l’intenso profilo aromatico, al naso quanto al palato, con note dolci di frutta rossa e con l’acidità tipica dello stile, ma pulita e secca in chiusura.

Ed eccoci alla terza proposta Rogue.
Ogni birra ha la sua storia, e questa della MOCHA PORTER si intreccia con la storia stessa del birrificio, di cui è una delle produzioni più “vecchie” ma anche più onerose.

La notizia che questa scura e impenetrabile birra perfetta (dal profilo aromatico deciso con sentori netti di cioccolato, caffè e liquirizia e note tostate dei malti scuri, ma morbida, sinuosa e di facile bevibilità) sarà presto messa fuori commercio ha scosso a tal punto il nostro Beer Master da spingerlo a una serie di acrobazione per reperire una scorta di prodotto e concederle un posto d’onore nella nostra box, come regalo d’addio all’avventura gloriosa di questa Porter amata da generazioni di appassionati.

Il finale Rogue è rigorosamente in crescendo, almeno nella quantità dei luppoli utilizzati.

Parliamo della 7 HOP IPA, una IPA dal profilo audace ed equilibrato prodotta con un blend delle 7 varietà di luppoli aromatici coltivati nelle Rogue Farms.

Una felice combinazione che per i Mastri Birrai Rogue è diventata anche una specie di gioco, con esperimenti di birre con 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 luppoli a cui far corrispondere una gradazione alcolica pari al numero di luppoli. Qui ottimamente riuscito, anche perché le birre con più luppoli sono anche più maltate e risultano perfettamente bilanciate.

C’è stato insomma di che divertirsi, assaggiando queste 8 birre e inseguendo con il naso e con il palato le suggestioni, i profumi e gli aromi che si intrecciano in queste proposte.

Allora ti è venuta la voglia di abbonarti?

Oppure lo sei già e stai solo contando i minuti prima che il corriere bussi alla tua porta con la seconda sorprendente box che abbiamo preparato?

Preparati in ogni caso a vivere incredibili esperienze tutte da gustare con il nostro Intro Beer Club.

E sei interessato a recuperare la prima Intro Beer Box… stay tuned!