fbpx

La Birra è rock? No, heavy metal!

É arrivata la Enter Night dei Metallica, una Pilsner luppolata di alta qualità, frutto della collaborazione tra la rock band e il birrificio Stone Brewing.
metal-intro-beer

Se pensi alla musica dal vivo, al tuo primo concerto rock, all’attesa propiziatoria prima che le casse esplodano di emozioni, ai cori urlati a squarciagola, al continuo sussultare ritmato, al pogo, al divertimento sfrenato che insegue il tempo della musica, al sudore… 

… insomma, ci siamo capiti!

Difficile immaginare tutto questo senza una buona birra bevuta con gli amici, prima, dopo e magari anche durante.

E se rock e birra vanno così spesso a braccetto tra i frequentatori dei concerti, che legame hanno con la birra quelli che invece i concerti li fanno?

Tra celebrazioni, avventure imprenditoriali e pure operazioni di merchandising sono molte le rock band che negli ultimi anni hanno associato il loro nome e la loro immagine a quella di una birra. Un territorio in cui sembrano essersi spinti con grande frequenza e forza di penetrazione le metal band che hanno fatto la storia della musica.

L’ultima in ordine di arrivo è stata presentata in Italia sul palco dell’Unipol Arena di Bologna al Malto International Beer Expo, il 6 e 7 aprile.

è la Enter Night dei Metallica, una Pilsner luppolata a freddo (dry-hopped) di alta qualità, frutto della collaborazione tra la rock band e il birrificio americano Stone Brewing.

Anche questo non un nome qualunque, quindi, ma uno dei più apprezzati al mondo per la qualità delle sue “opere”, tanto da meritarsi in ben due occasioni da BeerAdvocate il titolo di “miglior birrificio del Pianeta Terra”.

La Enter Night, già commercializzata in America, sarà prodotta in Europa dalla Stone Brewing di Berlino. E qui la piacevole novità per gli amanti dell’heavy metal va a sovrapporsi a un’altra notizia bomba per gli appassionati di birra: il passaggio, fresco di pochi giorni, della Stone Berlin a Brewdog!

Tornando alla Enter Night, è interessante precisare come sia stata la band, in questo caso, a scegliere Stone per soddisfare il desiderio di produrre una propria birra. Una scelta nata forse per affinità elettive, per il carattere fieramente indipendente e la capacità di sfidare le convenzioni che unisce questi due nomi mitici. Certamente un binomio vincente che premierà i fans e gli appassionati di birra con un prodotto di altissimo valore, che combina sapientemente la piacevolezza e l’intensa bevibilità di una pilsner tradizionale tedesca con le moderne sfumature aggressive e un bell’amaro persistente in chiusura.

Ma questa non è che l’ultima delle birre metallare.

La più nota e sicuramente la più bevuta è la Trooper, una Golden Ale ideata dalla mente geniale ed istrionica di Bruce Dickinson e realizzata dal birrificio artigianale inglese Robinsons. Se gli indizi non sono bastati per scoprire di che band si tratta uno sguardo all’etichetta scioglie ogni riserva, e rimanda all’omonimo singolo datato 1983 degli Iron Maiden. E il traguardo dei 10 milioni di pinte bevute è stato celebrato da una limited edition che richiama in modo ancora più esplicito la storia della band: la 666.

Un’altra birra dura, almeno nel nome e nella band che la firma, è la Bastards dei Motorhead.

Una Lager dal retrogusto di malto, prodotta dalla svedese Krönleins Bryggeri, che ci rimanda  al titolo del loro undicesimo album, datato 1993.

Tutte promesse solo parzialmente mantenute dal prodotto, che con il suo gusto leggero e fruttato è un po’ in contrasto con il carattere e l’immagine hard & heavy della band.

Tra le birre più note prodotte da rock band come non citare la AC/DC, birra ufficiale dello storico gruppo, lanciata in Europa nel 2013 al grido di “German Beer, Australian Hard Rock” e prodotta dalla Karlsberg Brauerei di Homburg in lattine da mezzo litro e barili da 5 litri.

Una Premium Lager di colore biondo limpido che si dichiara fedele al manifesto del Rock’n’roll del 1973 e alla Legge di Purezza tedesca del 1516.

Il risultato? Una grafica aggressiva e una birra che lo è decisamente meno, ma certamente ideale per dissetarsi dopo uno scatenato live della band australiana!

Ma le associazioni tra birre e rock non sono certamente finite. Altre ne sono state fatte e altre ancora ci aspettano all’orizzonte.

Ti è mai capitato di assaggiarne una?

Magari la Queen Bohemian Lager? La Sepultura Weizen? La Destroyer dei Kiss?

Raccontaci una tua esperienza di birre metalliche, o magari (anche meglio) un tuo ricordo di birre e concerti.

E in attesa di futuri live, inizia a scegliere la migliore colonna sonora per accompagnare le bevute con gli amici della nuova Intro Beer Box!